Archivi tag: Francesco Pazienza

Il corpo sa quel che fa

Il corpo sa quel che faElogi dell’ozio o della lentezza già ne ho letti diversi. Tutti preziosi.

Stamattina però pensavo a qualcosa di diverso.

Pensavo ai miei insegnanti di meditazione che rilevavano giustamente che meditazione non è solo rallentamento.

Per come viviamo, il rallentare ci dà la possibilità guardare, di osservare ciò che normalmente scorre troppo veloce. Ed è sacrosanto.

Tuttavia un buon allenamento meditativo potrebbe prevedere momenti di rallentamento, ma anche di accelerazione.

L’uno e l’altro portano diverse forme di intensificazione della coscienza. Continua a leggere

Annunci

Te filosofico: riprendiamo!

Antroposofia:alle radici della conoscenza dell’uomo. Parte seconda

Vodpod videos no longer available.

 

Antroposofia: alle radici della conoscenza dell’uomo

Vodpod videos no longer available.

Pensare con tutto il corpo (Te’ filosofico del 14 novembre 2010)

Più procediamo nella nostra esperienza nei te’ filosofici alla sala da te’, più mi ritorna in mente la prima volta che in quella sala sono entrato.
Fu in occasione di un seminario di Augusto Sabbadini (persona preziosa, spero di riuscire a coinvolgerlo nei nostri incontri). Una piccola introduzione all’IKing di cui Sabbadini è un profondo conoscitore.
Mi tornano in mente queste cose perché ho l’impressione che l’esperienza che stiamo facendo si tessa secondo leggi tutte sue.
Non certo le leggi della logica e della programmazione a tavolino.
Emergono nessi sincronici che mi evocano appunto più l’ IKing che non una comune programmazione culturale. Continua a leggere

Lasciate il vostro peso alla terra. Il grado uno della meditazione.

L’apprendistato della mia meditazione ha radici nell’apprendistato della mia invalidità.

Strane sincronicità per cui, come concludevo ne “Il gioco del silenzio”, cose molto buone o molto belle confinano con cose molto cattive o molto brutte.

Fatto sta che a sedere a gambe incrociate io non l’ho imparato in una sala di meditazione, ma in una piccola palestra di fisioterapia, nel centro paraplegici del Pio Istituto Santa Corona a Pietra  Ligure nell’estate del 1981. Avevo poco più di 20 anni ed ero reduce da una lesione midollare che tutt’ora mi affligge. Continua a leggere

Lustrar le piastrelle: la guarigione da un incubo grazie agli esercizi filosofici.

Ho frequentato un memorabile ritiro di pratiche filosofiche in un inquietante convento.

Uno di quei conventi del giorno d’oggi. Freddi come il marmo lucidato. Puliti. Inossidabili.

Poi tutto è filato bene. Lo choc è stato all’inizio. Il pavimento.

Si, quel pavimento mi faceva paura. Tirato a lustro in un modo che nemmeno dopo averci camminato sopra per 3 giorni di pioggia cinquanta persone è riuscito a sporcarsi.

E’ il pavimento che all’inizio ha mosso in me ricordi  inquietanti. Continua a leggere